Messaggio importante sul COVID-19  Scopri di più

L'immagine del corpo per un'atleta

con LINDA INDERGAND , Atleta Liv Factory

Dopo aver vinto il bronzo alle Olimpiadi quest'anno, mi è stato chiesto di fare un contributo sulla pagina IG di Liv con una serie di domande e risposte. Qualcuno mi ha chiesto se a volte mi sentivo un po' a disagio con il mio peso perché molte donne che praticano mountainbike cross country sono piuttosto magre. All'inizio non volevo rispondere a questa domanda perché si tratta di qualcosa di molto personale. Ma poi ho capito quanto sia importante il tema dell'immagine corporea, soprattutto come atleta donna, e ho voluto condividere la mia esperienza.

C'è stato un tempo in cui molte persone mi dicevano che se fossi stata un po' più leggera, avrei ottenuto prestazioni migliori. Certo, ero consapevole di non essere l'atleta più magra in campo, ma non ero nemmeno malata. Tuttavia, poiché questo aspetto saltava fuori più volte ho deciso di perdere peso all'inizio della stagione.

Ho sempre amato i latticini e li ho visti come una buona fonte di proteine, e non volevo davvero rinunciare alla mia pasta, ma mi è stato consigliato di evitare i prodotti senza glutine e lattosio. Per lo più evitavo i carboidrati e mangiavo insalata, verdure e carne. Ho raggiunto un punto in cui non sapevo più cosa mangiare. Ma i chili sono diminuiti, quindi tutto era proprio come tutti volevano.

Così è andata avanti per tutto l'inverno. Quando sono arrivata al primo ritiro con la nazionale, sono riuscita a stare al passo con le atlete più veloci e ho ottenuto buoni risultati. Ho ricevuto i complimenti per il mio nuovo look e in molti mi hanno chiesto come avevo fatto. Ho detto loro che avevo cambiato la mia dieta e ho trovato approvazione. Ma lo ero anh'io?

Certo, da un lato ero più veloce, ma dall'altro ero più stanca che mai. Normalmente amavo mangiare, ma all'improvviso non avevo più voglia di mangiare. Ho mangiato solo perché sapevo che dovevo farlo non perché avevo fame o ne avevo voglia. Questo ha anche influenzato il mio umore; sono diventato stanca e svogliata. Per molto tempo non ho più avuto il ciclo, che prima era regolare. A quel tempo, molti delle mie colleghe non lo avevano per periodi durante la stagione, quindi sembrava normale.Quando le competizioni sono terminate il ciclo non è tornato. Il mio corpo stava inviando segnali di allarme, ma li ho disattivati o minimizzati.

Dall'esterno, non sono mai stata percepita come malsana o malata. La maggior parte delle persone non si è accorta che non stavo bene finché il castello di carte non è crollato. Un mio caro amico mi ha avvicinato chiedendomi perché ero svogliata nel mangiare e mi ha chiesto cosa c'era che non andava. Ho ammesso che volevo solo fare di tutto per essere veloce e pensavo di aver raggiunto quell'obiettivo. Ma ho capito che qualcosa non andava e non ero più me stessa. La mia famiglia è stata di grande supporto in questo periodo e finalmente mi hanno riportato sulla strada giusta.

Ora chiedo l'aiuto professionale di un nutrizionista e abbiamo adattato la mia dieta al mio allenamento. Se l'allenamento è intenso, mangerò di più e se c'è un giorno di riposo nel programma, avrò un po' meno carboidrati. Consapevolmente non rinuncio completamente a nulla, perché se mi proibisco qualcosa, la voglio solo di più. Quindi mangio tutto ciò che mi sembra buono in una quantità adeguata. Pizza, hamburger, patatine fritte e dolci fanno tutti parte della mia dieta.

Gli atleti di tutti i livelli sono troppo spesso sotto esame per il loro aspetto, soprattutto le donne. O siamo troppo grandi, troppo piccole, troppo muscolose, non abbastanza muscolose... Quella sensazione di insicurezza inizia con ciò che ci viene detto dalle persone che pensiamo siano dalla nostra parte e ciò che ci viene mostrato dai media. Sviluppiamo un'immagine nella nostra testa di come dovrebbe essere un atleta e iniziamo a confrontarci con gli altri.

Dopo aver lottato con l'immagine del mio corpo, ora sono orgogliosa della mia figura e del mio peso. Indipendentemente dalla mia taglia, sono una supermountain biker e sono super veloce. Soprattutto, amo il mio corpo e sono sana. Non esiste una forma perfetta per una donna o un'atleta, quindi non importa quale sia la forma del tuo corpo, spero che tu sia felice e in salute.